L’importanza dell’analisi dei dati nella gestione dell’impresa

Per ogni azienda è estremamente importante sviluppare all’interno procedure di analisi e controllo che monitorino il buon andamento del business.

Per cogliere i cambiamenti del mercato in continua evoluzione, è necessario disporre di un quadro sistemico e organico dei principali aspetti della gestione aziendale, che evidenzi le relazioni e le interdipendenze tra le diverse componenti del sistema di gestione aziendale.

La percezione del singolo problema o della singola opportunità, però, non è di per sé sufficiente per affrontare i cambiamenti in corso. Nella definizione o ridefinizione delle strategie di business, è opportuno avere una visione completa dell’impresa: delle dinamiche patrimoniali-reddituali-finanziarie correlate con le scelte strategico-organizzative assunte dal management.

È necessario un check up aziendale completo per individuare gli obiettivi prioritari per l’azienda in modo da rispondere tempestivamente ed efficace ai bisogni specifici dell’organizzazione:

 

Un’analisi economico – finanziaria per monitorare la redditività operativa e generale, lo stato di solvibilità e di solidità dell’impresa. Permette di rilevare, con immediatezza, le situazioni di criticità aziendale, in particolare in quelle aree di gestione che potrebbero danneggiare la salute dell’impresa.

L’analisi strategica permette la definizione del business aziendale e la valutazione delle alternative strategiche, ma anche la selezione delle strategie da attuare.

Analisi organizzativa –gestionale è necessaria per controllare la coerenza tra la strategia deliberata e la struttura organizzativa dell’impresa e assicurarsi che i processi aziendali siano gestiti in maniera efficiente ed efficace.

È necessario verificare le performance dell’azienda in termini di efficienza e di efficacia dei processi gestionali e la coerenza dei loro obiettivi con quelli della strategia generale del business: una valutazione dello stato attuale dei processi, per poi procedere ad attività che consentano di riallineare le performance dei processi stessi a quelle targettizzate, oppure, ad un’attività di riprogettazione, eliminando quelle attività a non valore aggiunto.

Dopo aver raccolto ed identificato tutte le informazioni necessarie relative alle diverse variabili come redditività del settore, dimensione del mercato, tasso di crescita del mercato, know-how posseduto, livello concorrenziale in atto, ecc…), è possibile individuare l’attrattività del mercato di riferimento e la capacità competitiva dell’impresa.

Raccogliere dei dati è estremamente importante perché costringe l’azienda  a focalizzarsi sulle cause, strutturali od operazionali, che hanno determinato le criticità rilevate durante le analisi economico-finanziarie, evitando considerazioni soggettive ed arbitrarie e ponendo l’enfasi, invece, sull’adozione di comportamenti strategici coerenti con gli obiettivi di medio-lungo termine. Spostare l’attenzione dalle performance operazionali logistico-produttive, agli indirizzi strategici di lungo periodo, al fine di creare le basi per un vantaggio competitivo sostenibile nel tempo.

Gli strumenti e le tecnologie digitali supportano le aziende nei processi di misurazione, controllo e analisi delle performance e, soprattutto, supportano i processi decisionali aziendali in condizioni di incertezza, tramite la previsione di scenari alternativi.

Grazie agli strumenti digitali, i dati vengono raccolti ed elaborati al fine di supportare, in modo concreto, l’azienda a prendere decisioni.

Vuoi conoscere nuovi strumenti digitali per la gestione dell’impresa e per il controllo degli investimenti? Iscriviti al nostro Workshop Gratuito!

ISCRIVITI ORA
Il Workshop sta per partire, sono rimasti gli Ultimi Posti disponibili!
Iscriviti